Cerca

Emergenza Cultura

Categoria

Senza categoria

Cercansi guide culturali gratis: la rivolta contro il Fai

di Tomaso Montanari

“Perché quest’anno invece di coinvolgere i volontari non chiamate le migliaia di guide che sono a casa causa Covid? Se non avete fondi sono sicuro che chi partecipa alle Giornate contribuirebbe”, “Basta!!! C’è gente che passa la vita a studiare e a migliorarsi per saper raccontare. Voi veicolate il messaggio che chiunque lo possa fare, che quindi una guida o un accompagnatore sia una figura inutile. Smettetela di arricchirvi col volontariato!” Continua a leggere “Cercansi guide culturali gratis: la rivolta contro il Fai”

Su Left un articolo di Maria Pia Guermandi sulla Convenzione di Faro

Nel numero di Left in edicola dal 18 settembre un articolo di Maria Pia Guermandi sulla Convenzione di Faro, intitolato Se il patrimonio culturale irrita i sovranisti.

Continua a leggere “Su Left un articolo di Maria Pia Guermandi sulla Convenzione di Faro”

Associazioni e Comitati contro Franceschini. Un “no” forte e chiaro a chi vuole introdurre la speculazione edilizia nei Centri storici

È in atto da qualche tempo un rinnovato attacco alla integrità delle nostre città storiche che a migliaia rappresentano un patrimonio storico-artistico di valore unico al mondo risalente agli Etruschi, ai Greci, ai Romani, ai Celti, e ad altri popoli come i Longobardi. Patrimonio costruito per millenni con l’impiego ininterrotto degli stessi materiali, legno, pietra, arenaria, marmo, laterizi crudi e cotti, fino al primo ‘900. Continua a leggere “Associazioni e Comitati contro Franceschini. Un “no” forte e chiaro a chi vuole introdurre la speculazione edilizia nei Centri storici”

Assolettori Biblioteca Nazionale di Firenze: un primo successo della mobilitazione per la riapertura di biblioteche e archivi

Finalmente il dpcm 7 agosto ha disposto la fine delle norme sulla quarantena dei libri in consultazione nelle biblioteche e archivi. Da ora in poi tali norme saranno adottate solo per i libri presi in prestito: Continua a leggere “Assolettori Biblioteca Nazionale di Firenze: un primo successo della mobilitazione per la riapertura di biblioteche e archivi”

«Nazionale inaccessibile» Professori e ricercatori  pronti a scendere in piazza

di E.Semmola, Corriere Fiorentino, 8 agosto 2020

Giunta: regole anti Covid OK, ma le altre biblioteche sono aperte

Che la Biblioteca Nazionale rimanga chiusa per due settimane d’agosto, è Continua a leggere “«Nazionale inaccessibile» Professori e ricercatori  pronti a scendere in piazza”

Gian Antonio Stella, EMERGENZA BIBLIOTECHE 

Sos Biblioteche: troppi tagli

Ovunque tagli del 33%. Il blocco per Covid 
A Firenze ciascuno dei 23 addetti rimasti ha in carico quasi 6 km di scaffali di libri
Vi pare normale? Cinque chilometri e 956 metri: ecco la lunghezza degli scaffali di

Continua a leggere “Gian Antonio Stella, EMERGENZA BIBLIOTECHE “

Massimo Firpo, Salviamo archivi e biblioteche

Sole 24ore, domenica 2 agosto

Continua a leggere “Massimo Firpo, Salviamo archivi e biblioteche”

Sopralluogo della senatrice Montevecchi all’Archivio di Stato di Firenze e Biblioteca Nazionale di Firenze di fatto non accessibili alla cittadinanza

A Firenze sia la società civile (2 associazioni di utenti, che si sono entrambe rivolte al ministro) che il mondo accademico (lettera di Fulvio Cervini, presidente della Consulta Universitaria per la Storia dell’Arte al ministro) si sono mobilitati per la riapertura effettiva della Biblioteca Nazionale e dell’Archivio di Stato e non hanno ricevuto risposte da Roma.

Ieri l’Associazione dei Lettori della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e l’Associazione Utenti dell’Archivio di Stato di Firenze hanno incontrato la Senatrice Michela Montevecchi, con Irene Galletti (candidato M5S alla presidenza della

Continua a leggere “Sopralluogo della senatrice Montevecchi all’Archivio di Stato di Firenze e Biblioteca Nazionale di Firenze di fatto non accessibili alla cittadinanza”

I ricercatori senza ricerca.Chiuse biblioteche e laboratori

di Chiara Saraceno

Sono aperte discoteche, ristoranti, spiagge e mercati, ha ripreso la movida, ma per la cultura e la ricerca la vita continua ad essere durissima. Non solo nei loro confronti le norme del distanziamento fisico e della igienizzazione sono adottate in modo più stringente che per altre attività. In molti casi si è deciso di riaprire in modo molto parziale.  Ciò è particolarmente vero per il settore che riguarda la ricerca Il lockdown, di fatto, non è ancora finito non solo per la scuola e i servizi per la prima infanzia, ma Continua a leggere “I ricercatori senza ricerca.Chiuse biblioteche e laboratori”

Blog su WordPress.com.

Su ↑