Cerca

Emergenza Cultura

Categoria

Senza categoria

Sopralluogo della senatrice Montevecchi all’Archivio di Stato di Firenze e Biblioteca Nazionale di Firenze di fatto non accessibili alla cittadinanza

A Firenze sia la società civile (2 associazioni di utenti, che si sono entrambe rivolte al ministro) che il mondo accademico (lettera di Fulvio Cervini, presidente della Consulta Universitaria per la Storia dell’Arte al ministro) si sono mobilitati per la riapertura effettiva della Biblioteca Nazionale e dell’Archivio di Stato e non hanno ricevuto risposte da Roma.

Ieri l’Associazione dei Lettori della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e l’Associazione Utenti dell’Archivio di Stato di Firenze hanno incontrato la Senatrice Michela Montevecchi, con Irene Galletti (candidato M5S alla presidenza della

Continua a leggere “Sopralluogo della senatrice Montevecchi all’Archivio di Stato di Firenze e Biblioteca Nazionale di Firenze di fatto non accessibili alla cittadinanza”

I ricercatori senza ricerca.Chiuse biblioteche e laboratori

di Chiara Saraceno

Sono aperte discoteche, ristoranti, spiagge e mercati, ha ripreso la movida, ma per la cultura e la ricerca la vita continua ad essere durissima. Non solo nei loro confronti le norme del distanziamento fisico e della igienizzazione sono adottate in modo più stringente che per altre attività. In molti casi si è deciso di riaprire in modo molto parziale.  Ciò è particolarmente vero per il settore che riguarda la ricerca Il lockdown, di fatto, non è ancora finito non solo per la scuola e i servizi per la prima infanzia, ma Continua a leggere “I ricercatori senza ricerca.Chiuse biblioteche e laboratori”

Vittorio Emiliani, Il silenzio/assenso che ci fa male

Le troppe scelte sbagliate. Che cosa non va nel panorama complessivo dei Beni Ambientali dopo il Decreto Semplificazione e perché deve inquietare i ministri Franceschini, Costa e Speranza Continua a leggere “Vittorio Emiliani, Il silenzio/assenso che ci fa male”

Lara Crinò, Mio fratello Andrea che voleva proteggere l’arte

Il memoir di Vittorio Emiliani

Il primo ricordo di Vittorio Emiliani, cronista di lungo corso ed ex direttore del Messaggero, sull’infanzia trascorsa con il fratello maggiore Andrea, è quello di una notte “stellata, limpidissima” nella piazza centrale di Urbino. Sono gli anni del Continua a leggere “Lara Crinò, Mio fratello Andrea che voleva proteggere l’arte”

L’Italia ha riaperto tutto, tranne le biblioteche e gli archivi: inconcepibile

La Consulta Universitaria per la Storia dell’Arte scrive a Franceschini: riaprite biblioteche e archivi
 In Italia riapre praticamente tutto, tranne le biblioteche e gli archivi: così la Consulta Universitaria per la Storia dell’Arte scrive a Franceschini. 

Continua a leggere “L’Italia ha riaperto tutto, tranne le biblioteche e gli archivi: inconcepibile”

La Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell’arte scrive al Ministro Franceschini: RIAPRITE BIBLIOTECHE E ARCHIVI

Al Ministro per l’Università e la Ricerca

Al Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo

Al Direttore Generale Archivi Mibact

Al Direttore Generale Biblioteche e diritto d’autore Mibact

Al Direttore Generale Educazione, ricerca e istituti culturali Mibact

Onorevoli Ministri, Egregi Direttori, Continua a leggere “La Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell’arte scrive al Ministro Franceschini: RIAPRITE BIBLIOTECHE E ARCHIVI”

E.Di Nicola, Landini: tutelare i lavoratori della cultura

Il segretario generale della Cgil in audizione al Senato: “Non si può evocare il nostro patrimonio artistico e poi offrire un sostegno così scarso. La pandemia ha fatto

Continua a leggere “E.Di Nicola, Landini: tutelare i lavoratori della cultura”

Su Left un articolo di Maria Pia Guermandi sul destino dei musei dopo la pandemia

Nel numero di Left in edicola dal 3 luglio un articolo di Maria Pia Guermandi sul destino dei musei nel dopo pandemia, intitolato Se il museo diventa pubblica agorà.

Continua a leggere “Su Left un articolo di Maria Pia Guermandi sul destino dei musei dopo la pandemia”

Priorità alla scuola: Firenze, 25 giugno ore 18

Firenze PRESIDIO A TAPPE ALLE 18!!
ALLE 18 partenza davanti all’ Ingresso Biblioteca Nazionale, piazza dei cavalleggeri si prosegue distanziati di un metro e con mascherine in piazza Santa Croce per poi raggiungere Piazza Duomo, angolo via dell’Oriuolo (di fronte alla sede di Regione Toscana) e si conclude in Via fronte al Liceo Galileo. (Si specifica che lo spostamento tra Piazza Duomo e via Martelli avverrà costeggiando esternamente il Duomo)

SPAZIO PER LA SCUOLA, SPAZIO ALLA SCUOLA:
ORA O MAI PIÙ!

Partecipano insegnanti, genitori, educator* e student* della scuola e dell’università, affinché il diritto all’istruzione sia garantito a tutt*. Continua a leggere “Priorità alla scuola: Firenze, 25 giugno ore 18”

Blog su WordPress.com.

Su ↑