Cerca

Emergenza Cultura

Tag

patrimonio culturale

Lo schiaffo di Gradara

“Rocca demaniale – parassiti che distruggono il turismo”. Con questo cartello, innalzato da un “simpatico” commerciante locale, si è aperta ieri la giornata degli 11 lavoratori del Mibact in servizio presso la Rocca demaniale di Gradara, la prima dopo la stipula della convenzione che trasferisce l’intera gestione della Rocca al Comune. Continua a leggere “Lo schiaffo di Gradara”

Piazza Dior a Lecce, visibilità non è sinonimo di valorizzazione

di Teodoro De Giorgio

È indubbio che la sfilata della maison Dior del 22 luglio scorso a Lecce, definita dai mass media “l’evento più fashion dell’estate salentina”, abbia dato grande visibilità alla città nel panorama mondiale dell’haute couture.

Continua a leggere “Piazza Dior a Lecce, visibilità non è sinonimo di valorizzazione”

Mahmood e Ferragni: l’arte piegata al consumo

di Tomaso Montanari

Credo sia stato un errore far girare a Mahmood il video di Dorado al Museo Egizio di  Torino. E non certo perché è a torso nudo, e nemmeno perché la canzone dice: «Mi piace lei perché ha il culo sodo (uh)». È molto più volgare la Galleria dei Re, inflitta al Museo Egizio da Alain Elkann, che non la performance di Mahmood, riuscitissima. Continua a leggere “Mahmood e Ferragni: l’arte piegata al consumo”

Via Tre Armi: valorizzazione o scempio?

del comitato Bergamo Bene Comune

Hanno suscitato e tuttora suscitano molte discussioni i lavori per la villa con piscina coperta negli spazi della lunetta difensiva di via Tre Armi: per molti cittadini si tratta di un vero scempio, una manomissione dell’unica e intatta lunetta della Fortezza divenuta patrimonio mondiale, mentre l’assessorato di competenza non vi vede alcun conflitto con la valorizzazione del bene Unesco. Continua a leggere “Via Tre Armi: valorizzazione o scempio?”

Roma: parco archeologico della Serenissima, finalmente i vincoli Mibact

Italia Nostra Roma,  assieme ad altre Associazioni, è intervenuta a più riprese per chiedere la tutela dell’area archeologica Serenissima, nella quale oltre alla Via Collatina antica ed all’Acquedotto Vergine, a partire dal 1997 sono stati rinvenuti gli importanti resti di una necropoli romana in occasione dei lavori per la realizzazione della linea alta velocità Roma Napoli. Continua a leggere “Roma: parco archeologico della Serenissima, finalmente i vincoli Mibact”

La logica fast food che si divora Tiepolo e Goldoni

di Filippomaria Pontani

Per Georg Simmel Venezia simboleggia un ordine unico delle forme sotto le quali concepiamo il mondo: è dunque inevitabile che ad attrarre i forestieri siano da sempre anzitutto le sue calli, i suoi ponti, l’equilibrio con l’acqua, le trine di pietra o di marmo; al massimo, le chiese che prolungano il miracolo sotto alte navate o cupole dorate. Continua a leggere “La logica fast food che si divora Tiepolo e Goldoni”

Il caso Rocca di Gradara e la politica del gambero nei Beni Culturali

È proprio fresca la notizia della cessione della Rocca di Gradara, il sito più visitato delle Marche, ad un organismo (Fondazione, Consorzio?) che avrebbe a capo il Comune stesso di Gradara e tra i suoi partners il Mibact, che così si defilerebbe dall’evidentemente gravoso compito della gestione diretta. Continua a leggere “Il caso Rocca di Gradara e la politica del gambero nei Beni Culturali”

Martina, il Pd e i Beni culturali

di Tomaso Montanari

“Martina ha 22 anni. Studiava Scienze dei Beni Culturali. Ma recentemente ha deciso di rinunciare al suo sogno per seguire quello di suo padre, deceduto a causa del coronavirus: tenere aperta l’edicola di famiglia. Continua a leggere “Martina, il Pd e i Beni culturali”

Un territorio senza tutela

di Maria Pia Guermandi

Mentre riparte, dopo la pausa del lock down, lo storytelling sulla “bellezza d’Italia, motore di ricchezza e volano di sviluppo”, finalizzato alla caccia al turista coûte que coûte, e sostenuto dall’asfissiante retorica del marketing pubblicitario sulle riaperture di mostre e musei, il sistema cui è affidata la protezione e gestione del nostro patrimonio attraversa una crisi che solo con l’ottimismo della volontà ci ostiniamo a non dichiarare irreversibile. Continua a leggere “Un territorio senza tutela”

Blog su WordPress.com.

Su ↑