Cerca

Emergenza Cultura

Tag

diritto alla città

Montanari ha denunciato quello che è un dato di fatto

di Pier Luigi Cervellati, Maria Pia Guermandi e Rita Paris

Il movimento di solidarietà in favore di Tomaso Montanari che Sindaco e Giunta di Firenze hanno querelato richiedendo un risarcimento per danno all’immagine di 165.000 euro per le opinioni espresse in una trasmissione televisiva, è cresciuto e si è allargato in brevissimo tempo. Continua a leggere “Montanari ha denunciato quello che è un dato di fatto”

Italia Nostra: Cassazione conferma che vie e piazze dei centri storici sono tutte tutelate ope legis

“Oggi dobbiamo gioire perché la Cassazione ha emesso una sentenza che conferma una disposizione di legge, l’art. 10 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, che stabilisce che le vie e le piazze dei centri storici delle città italiane sono tutte tutelate ope legis. La notizia però non è che la Cassazione conferma la tutela di beni vincolati ma che un Tribunale dello Stato ignori le norme che è tenuto ad applicare e che la Cassazione sia costretta a ribadirle”. Continua a leggere “Italia Nostra: Cassazione conferma che vie e piazze dei centri storici sono tutte tutelate ope legis”

C’è del metodo in questa follia

di Paola Somma

Vi ricordate l’agenda Colao? Solo pochi mesi sono trascorsi da quando il governo delegò al manager di una multinazionale il compito di predisporre le linee guida per la cosiddetta ripartenza dopo il lockdown di primavera. Continua a leggere “C’è del metodo in questa follia”

Firenze fabbrica del turismo

È disponibile l’ebook Firenze fabbrica del turismo, a cura di Ilaria Agostini, Antonio Fiorentino, Daniele Vannetiello, Edizioni perUnaltracittà, 2020. Continua a leggere “Firenze fabbrica del turismo”

Lampioni a led per illuminare rovine deserte

di Battista Sangineto

Qualcuno si stupirà, forse, nell’apprendere che, nel caso dei 90 milioni di euro per il Centro storico di Cosenza, sono d’accordo con il Sindaco Mario Occhiuto. Continua a leggere “Lampioni a led per illuminare rovine deserte”

14 ettari di “lusso sostenibile per riqualificare” Venezia

di Paola Somma

Le elezioni comunali che, a Venezia, avrebbero dovuto tenersi in primavera, sono state rinviate a fine settembre. Il conseguente periodo di prorogatio della giunta in carica, finalizzato a garantire continuità ed efficienza dell’azione pubblica in un momento di emergenza, ha offerto al sindaco, Luigi Brugnaro, la possibilità di svolgere una lunga campagna elettorale, nel pieno dei poteri. Continua a leggere “14 ettari di “lusso sostenibile per riqualificare” Venezia”

Privatizzare la (pubblica) Piazza della Signoria. Perché non si può fare

del Gruppo urbanistica perUnaltracittà

Il sindaco Nardella vuole concedere l’uso esclusivo di piazza della Signoria per una cena di gala siglata Dolce&Gabbana. Cerchiamo di capire perché questa sottrazione dello spazio pubblico non si può fare. Continua a leggere “Privatizzare la (pubblica) Piazza della Signoria. Perché non si può fare”

Il sindaco, l’archistar, le “case più grandi”. E i poveri?

di Ilaria Agostini

A dispetto di quanto affermato di recente sui media, le città non hanno bisogno di case più grandi adatte allo smartworking. Chi abita in città ha bisogno viceversa che le attrezzature collettive siano più diffuse e meglio collocate sul territorio. E che la questione della residenza non resti in balìa del libero mercato. Continua a leggere “Il sindaco, l’archistar, le “case più grandi”. E i poveri?”

Venezia, l’«industria della nostalgia» e un vuoto da riabitare

di Sarah Gainsforth

Il turismo è una pratica talmente diffusa da apparire come un fatto naturale, scontato e poco interessante – nonostante costituisca oggi un settore portante dell’economia globale. È vero il contrario: indagare il fenomeno del turismo consente di cogliere, riflessa e rovesciata, l’immagine del mondo contemporaneo, e in essa la condizione dell’uomo-moderno-in-generale. Continua a leggere “Venezia, l’«industria della nostalgia» e un vuoto da riabitare”

Blog su WordPress.com.

Su ↑