Cerca

Emergenza Cultura

Tag

lavoro

Lo schiaffo di Gradara

“Rocca demaniale – parassiti che distruggono il turismo”. Con questo cartello, innalzato da un “simpatico” commerciante locale, si è aperta ieri la giornata degli 11 lavoratori del Mibact in servizio presso la Rocca demaniale di Gradara, la prima dopo la stipula della convenzione che trasferisce l’intera gestione della Rocca al Comune. Continua a leggere “Lo schiaffo di Gradara”

Scavi di Pompei, lavoratori costretti a metà dello stipendio

di Adriana Pollice

Li chiamano servizi aggiuntivi ma accoglienza, controllo accessi, biglietteria, ufficio guide e ufficio informazioni sono servizi essenziali. A Pompei sono gestiti da Opera laboratori fiorentini, un pezzo del colosso Civita cultura holding.

Continua a leggere “Scavi di Pompei, lavoratori costretti a metà dello stipendio”

Cultura, democrazia culturale e servizio pubblico restano una priorità

Pubblichiamo un documento del settore Cultura della Confédération Générale su Travail, la più importante organizzazione sindacale francese, un appello alla democrazia sociale e culturale che illustra un’evoluzione del contesto politico francese assai simile alla nostra. Continua a leggere “Cultura, democrazia culturale e servizio pubblico restano una priorità”

Venezia. Il rilancio della città passa dalla cultura: riaprire subito i musei!

I Musei Civici di Venezia sono nella gran parte ancora chiusi e non si intravedono piani concreti per una loro riapertura e per un rilancio complessivo dell’offerta e delle attività culturali. Continua a leggere “Venezia. Il rilancio della città passa dalla cultura: riaprire subito i musei!”

Il caso Rocca di Gradara e la politica del gambero nei Beni Culturali

È proprio fresca la notizia della cessione della Rocca di Gradara, il sito più visitato delle Marche, ad un organismo (Fondazione, Consorzio?) che avrebbe a capo il Comune stesso di Gradara e tra i suoi partners il Mibact, che così si defilerebbe dall’evidentemente gravoso compito della gestione diretta. Continua a leggere “Il caso Rocca di Gradara e la politica del gambero nei Beni Culturali”

Martina, il Pd e i Beni culturali

di Tomaso Montanari

“Martina ha 22 anni. Studiava Scienze dei Beni Culturali. Ma recentemente ha deciso di rinunciare al suo sogno per seguire quello di suo padre, deceduto a causa del coronavirus: tenere aperta l’edicola di famiglia. Continua a leggere “Martina, il Pd e i Beni culturali”

«Diritto al reddito e tutele per il lavoro degli intermittenti dello spettacolo»

di Roberto Ciccarelli

La riapertura dello spettacolo voluta dal governo il 15 giugno scorso è stata una farsa per di più senza un reddito, il ritorno al lavoro, il riconoscimento delle tutele per facchini, tecnici, operai, sarte, attori e registi, cantanti e musicisti. Continua a leggere “«Diritto al reddito e tutele per il lavoro degli intermittenti dello spettacolo»”

Nardella tiene chiusi i musei e ricatta il governo Conte

di Tomaso Montanari

A Firenze il sindaco Nardella prende in ostaggio Masaccio e Donatello, e minaccia di non liberarli finché il governo Conte non ripianerà il buco di un bilancio comunale dissennatamente fondato sulla tassa di soggiorno garantita dall’overtourism che, fino a ieri, consumava e insieme teneva in piedi Firenze. Continua a leggere “Nardella tiene chiusi i musei e ricatta il governo Conte”

La falsa ripartenza di Capodimonte e il bluff del direttore

di Claudio Meloni

La vicenda della apertura e della successiva chiusura del Real Bosco di Capodimonte, con i suoi effetti deflagranti a livello mediatico, ripropone per intero tutti gli elementi che compongono l’attuale crisi strutturale dei cicli lavorativi pubblici che si occupano dei beni culturali. Continua a leggere “La falsa ripartenza di Capodimonte e il bluff del direttore”

Blog su WordPress.com.

Su ↑