A rischio Boboli, Patrimonio dell’Umanità? Urgono 400 firme dell’Oltrarno!

Associazione Idra

La prima pietra è messa, la Regione Toscana ha deciso: se il Comune di Firenze accetterà che i cittadini collaborino a disegnare il futuro della collina che porta da Ponte Vecchio al Forte Belvedere, diventerà un’occasione di arricchimento per l’intera città Patrimonio Unesco il progetto di recupero dei due grandi monasteri che per decenni hanno ospitato la Scuola di Sanità militare in Costa San Giorgio.Continua a leggere…

L’Emilia-Romagna rigenera la variante degli abusi edilizi

di Vezio De Lucia

Da giovane, ero fiero dell’esperienza urbanistica dell’Emilia-Romagna rossa che era apprezzata in tutt’Europa e dava lustro all’Italia. Nel 1968, quando il famoso decreto ministeriale sugli standard urbanistici stabilì coraggiosamente che ogni cittadino italiano aveva diritto a non meno di 18 metri quadrati di spazi pubblici (per il verde, l’istruzione, i parcheggi ecc.), l’Emilia-Romagna ci lasciò senza fiato fissando il minimo in 30 metri quadrati.Continua a leggere…

Periferie, quel “postaccio” illuminato solo da X Factor

di Tomaso Montanari

Se io fossi il ministro per i Beni culturali licenzierei tutti i cortigiani profumatamente pagati come suoi consiglieri (l’elenco è online), e correrei a incontrare un ragazzo perugino di vent’anni: Franco Popi Rujan, in arte Blind. Chi giovedì scorso abbia visto X Factor (che sarà pure un incartatissimo cioccolatino televisivo, ma è più istruttivo e umano di tutti i giornali italiani messi insieme), capirà subito perché.

Continua a leggere…