Cerca

Emergenza Cultura

Tag

diritto alla città

Svenditalia

di Giuliano Marrucci

Firenze è la città italiana che più ha svenduto la sua anima per assecondare i capricci dei turisti, a partire dai più facoltosi. Ma i tempi in cui Firenze era semplicemente in vendita sono ormai passati. Con Covid-19 è arrivato il momento dei saldi. Continua a leggere “Svenditalia”

Assisi e il turismo: ormai è la città di Bernardone

di Tomaso Montanari

“Ma Assisi non appartiene a una regione, è una regione un luogo privilegiato della Terra, in cui non si può mai abitare, ma vi si arriva sempre. E quando si riparte è come essere usciti da una civiltà che ti si è rinchiusa alle spalle a catenaccio”. Continua a leggere “Assisi e il turismo: ormai è la città di Bernardone”

Cacciati dai B&B. Ora la città storica è da ripopolare

di Vittorio Emiliani

A Roma, proprio laddove il turismo di massa dava pane e qualcos’altro anche ai locali più improvvisati, la riapertura non marcia, non si avvia. Tanto da indurre il sindaco Virginia Raggi ad un appello a favore della “parte di Roma che sta soffrendo la crisi più profonda”, ad una esortazione ai concittadini di andare in centro, a visitarlo, a frequentarlo, andarci a mangiare, a fare compere. “È il momento della solidarietà”. Continua a leggere “Cacciati dai B&B. Ora la città storica è da ripopolare”

Consumazione obbligatoria

di Paola Somma

L’entusiasmo con il quale i sindaci di pressoché tutte le città italiane hanno aderito all’auspicio del ministro ai beni culturali, Dario Franceschini, affinché, “per dare un po’ di respiro a bar e ristoranti”, si allarghino i plateatici e se ne riducano i canoni, è uno dei tanti segnali di come la fase 2 sia il grimaldello per accelerare, senza discussioni, la trasformazione del patrimonio comune in beni di consumo il cui godimento è consentito solo a pagamento. Continua a leggere “Consumazione obbligatoria”

Nardella non si accontenta, ora vuole anche allentare i vincoli sul patrimonio artistico

di Ilaria Agostini

Dario Nardella vuole semplificazioni e sburocratizzazione. E chiede espressamente a Giuseppe Conte di semplificare – eliminandole – le procedure autorizzative in merito alla trasformazione dei monumenti cittadini. Continua a leggere “Nardella non si accontenta, ora vuole anche allentare i vincoli sul patrimonio artistico”

Overtourism, ripensare le città

di Alessandro Barile

Le città italiane, gran parte delle città europee e molte metropoli globali, difficilmente reggeranno l’urto della violenta e improvvisa riduzione della domanda mondiale di turismo. Continua a leggere “Overtourism, ripensare le città”

Senza piazza non c’è comunità

di Tomaso Montanari

«Spesso tra il Palazzo e la Piazza è una nebbia sì folta, o un muro sì grosso, che non vi penetrando l’occhio degli uomini, tanto sa il populo di quello che fa il governo, quanto delle cose che si fanno in India». La metafora è di Francesco Guicciardini (1530): qualcuno la direbbe ‘populista’, ma è una semplice constatazione dell’eterna opacità del potere. Continua a leggere “Senza piazza non c’è comunità”

Il diritto alla città storica

I nostri centri storici desertificati dalla pandemia hanno rivelato la fragilità di un’economia fondata esclusivamente sulla rendita turistica. Nonostante l’evidenza dell’impasse cui ci ha condotto questo modello, stentano ancora a imporsi, nel dibattito odierno, soluzioni in grado di invertire la rotta. Continua a leggere “Il diritto alla città storica”

Case popolari nel centro storico e parco urbano. La rinascita romana

di Vezio De Lucia e Enzo Scandurra

In momenti eccezionali, e questo tempo del coronavirus lo è, bisogna avere il coraggio e la forza di elaborare un pensiero “impensabile”, di fare proposte “impensabili”. Non è un’utopia, ma il lascito dei nostri padri che, all’indomani del secondo conflitto mondiale e in una Italia coperta di rovine e macerie, seppero elaborare la Costituzione che tutt’ora ci preserva dalla barbarie. Anch’essa sembrava un’utopia. Continua a leggere “Case popolari nel centro storico e parco urbano. La rinascita romana”

Blog su WordPress.com.

Su ↑