Cerca

Emergenza Cultura

Tag

paesaggio

Firenze: lasciamo in pace Costa San Giorgio, l’instabile collina delle “Rovinate”

del Laboratorio politico perUnaltracittà

La zona di Costa San Giorgio, dove al posto dell’ex Scuola di Sanità Militare è previsto il luxury albergo dei Lowenstein, è nota anche con il toponimo di Poggio alle Rovinate perché in vari periodi è stata al centro di movimenti franosi del colle su cui si distendono oggi le proprietà della famiglia argentina e sotto le quali, come abbiamo più volte riportato, è prevista la costruzione di parcheggi interrati, di magazzini e locali di servizio del ristorante e un tunnel sotterraneo di 600 metri con accesso carrabile proprio da Costa San Giorgio. Continua a leggere “Firenze: lasciamo in pace Costa San Giorgio, l’instabile collina delle “Rovinate””

Via Tre Armi: valorizzazione o scempio?

del comitato Bergamo Bene Comune

Hanno suscitato e tuttora suscitano molte discussioni i lavori per la villa con piscina coperta negli spazi della lunetta difensiva di via Tre Armi: per molti cittadini si tratta di un vero scempio, una manomissione dell’unica e intatta lunetta della Fortezza divenuta patrimonio mondiale, mentre l’assessorato di competenza non vi vede alcun conflitto con la valorizzazione del bene Unesco. Continua a leggere “Via Tre Armi: valorizzazione o scempio?”

Il tradimento dei chierici che non salvano l’ambiente

di Tomaso Montanari

Martedì 7 luglio il Consiglio dei ministri approva il decreto Semplificazioni. Ancora ieri, gli uffici del Mibact (cui l’ho domandato come membro del Consiglio Superiore dei Beni Culturali) mi comunicavano che non ne esiste un testo definitivo, e che le bozze commentate negli scorsi giorni sui quotidiani sono tutte ampiamente superate in nodi cruciali. Continua a leggere “Il tradimento dei chierici che non salvano l’ambiente”

Sardegna. Assalto anticostituzionale al Ppr

di Sandro Roggio

Da una quindicina di anni esiste un tacito accordo trasversale per debilitare il piano paesaggistico della Sardegna. Il Ppr è un “sopruso” secondo i suoi detrattori, immemori di sentenze che ne hanno certificato legittimità e ragionevolezza. Continua a leggere “Sardegna. Assalto anticostituzionale al Ppr”

Sassuolo, là dove c’era l’erba ora ci saranno 49 villette

di Tomaso Montanari

Capiremo in autunno se il disastro sanitario e politico della Lombardia a trazione leghista ha messo la parola fine agli scellerati progetti di autonomia differenziata. Ma il fatto è che la secessione delle ricche regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna intende sanzionare sul piano istituzionale una realtà culturale ed economica: l’omogeneità del progetto che guida lo sviluppo di queste tre aree del Paese. Continua a leggere “Sassuolo, là dove c’era l’erba ora ci saranno 49 villette”

Migliaia e migliaia di cittadini per le coste della Sardegna: no al cemento!

L’1 luglio 2020 è previsto presso il Consiglio regionale della Sardegna l’inizio dell’esame della proposta di legge regionale n. 153 del 28 maggio 2020, con cui i proponenti intendono giungere a una pretesa interpretazione autentica che svuoti di contenuti la disciplina di tutela delle coste contenuta nel piano paesaggistico regionale (P.P.R.). Continua a leggere “Migliaia e migliaia di cittadini per le coste della Sardegna: no al cemento!”

La Battaglia del Paesaggio

di Rosa Filippini

Sembrava cosa fatta la trasformazione di 250 ettari di paesaggio rurale di grande pregio della Tuscia in uno degli impianti fotovoltaici più grandi del mondo. Invece il Ministero per i Beni e le Attività Culturali si è opposto e ha avuto ragione. Ora, con l’opposizione al megaimpianto eolico di Rimini, si fa sempre più duro – e per fortuna più visibile – lo scontro fra chi vuole pale e pannelli a tutti i costi e chi non intende lasciar distruggere il paesaggio e si impegna invece a favore di politiche più efficaci contro il cambiamento climatico.

Continua a leggere “La Battaglia del Paesaggio”

Un territorio senza tutela

di Maria Pia Guermandi

Mentre riparte, dopo la pausa del lock down, lo storytelling sulla “bellezza d’Italia, motore di ricchezza e volano di sviluppo”, finalizzato alla caccia al turista coûte que coûte, e sostenuto dall’asfissiante retorica del marketing pubblicitario sulle riaperture di mostre e musei, il sistema cui è affidata la protezione e gestione del nostro patrimonio attraversa una crisi che solo con l’ottimismo della volontà ci ostiniamo a non dichiarare irreversibile. Continua a leggere “Un territorio senza tutela”

No ai tecnici, sì al cemento: le idee renziane per la Sicilia

di Tomaso Montanari

Sicilia Frankenstein. Ancora una volta l’isola rischia di essere il laboratorio perverso in cui far crescere un mostro che divori l’ambiente e il patrimonio storico e artistico della nazione. Continua a leggere “No ai tecnici, sì al cemento: le idee renziane per la Sicilia”

Blog su WordPress.com.

Su ↑