Piazzale Michelangelo, Bencivenni: “Ruota panoramica progetto paradossale”

di Stefania Valbonesi

Il punto di fondo, la vera domanda: di che utilità è una ruota panoramica di 35 metri collocata sulla terrazza panoramica della città, nel punto più alto di Firenze, costruito apposta per potere spaziare con lo sguardo, a volo d’uccello, sull’intera Firenze e sulle sue superbe colline? A chiederlo è il professor Mario Bencivenni, docente dei giardini storici, autore di svariati saggi sulll’argomento e sulla Firenze del Poggi. Ma le domande non finiscono qui.

Continua a leggere…

Nuraghi e paesaggio fermano i signori del vento

di Mauro Pili

Su “professori de is perdas beccias”, come amabilmente amava definirsi, non se lo sarebbe mai aspettato. Lui, primo sardo a salire sull’Olimpo dell’Accademia dei Lincei, lo ripeteva in lungo e in largo: i Nuraghi sono elemento imprescindibile del più vasto e indefinito paesaggio della Sardegna. Giovanni Lilliu, il Sardus Pater della civiltà nuragica, traguardava lontano. Quando le prime pietre della Reggia di Barumini, era il lontano 1951, affioravano, il suo sguardo non era rivolto a quei giganteschi massi che magistralmente, senza alcuna malta, 3500 anni prima, erano stati riposti uno sull’altro. Scrutava, invece, il proscenio, il paesaggio, leggeva il contesto in cui quella straordinaria scoperta veniva alla luce.

Continua a leggere…

Il partito del cemento vince sulle alluvioni

di Tomaso Montanari

Commentando nel luglio scorso il decreto Semplificazioni, notavo come non vi si rinvenisse traccia “dell ’unica Grande Opera utile, la messa in sesto del dissestatissimo territorio italiano: l’unica cosa che una politica che davvero si assumesse le proprie responsabilità, dovrebbe decidere. Non si arrestano le frane, non si governano i fiumi, non si fa manutenzione nelle foreste”. Continua a leggere…

«Le cave portano ricchezza? Ma se siamo poveri e disoccupati…»

della Redazione di “La Voce Apuana”

Protesta a Firenze per dire basta con un “mercato della polvere” che distrugge le Alpi Apuane e inquina fiumi e mari. Ieri [n.d.r. 7 agosto 2020] pomeriggio, nel capoluogo toscano si è svolta una manifestazione organizzata da Friday for Future Firenze, Carrara, Massa, Siena e Pisa; Extinction Rebellion Firenze, Versilia; Legambiente Firenze; Progetto Ambientale “L’Altezza della Libertà”; Movimento NOCAV Apuania; Circolo culturale Anarchico G.Fiaschi e Collettivo Tirtenlà. Continua a leggere…