Beni culturali in Sicilia, la minaccia è idrogeologica

di Gioacchino Lepre

Salvaguardare, valorizzare e promuovere i beni culturali. Questi gli obiettivi del Centro di documentazione archeologica “Archeoclub d’Italia”, guidata dal Presidente Rosario Santanastasio, che ai microfoni di QdS.it dichiara: “Più di 37.500 siti culturali sono soggetti a fenomeni franosi e circa 30.000 sono a rischio alluvioni. Operiamo in tutto il territorio nazionale per mitigare i rischi connessi ai dissesti idrogeologici, attuando gli approcci di salvaguardia più idonei”.Continua a leggere…

RSA CGIL – BCRS: “i servizi bibliotecari sono accessibili a tutti”

della RSA CGIL – Biblioteca centrale della Regione siciliana

L’interessante articolo di Maria Naccarato su Emergenza Cultura che, a seguito della pandemia, lamenta la chiusura delle Biblioteche sul territorio nazionale, facendo osservare come la ricerca umanistica non può prescindere dall’accesso a biblioteche e archivi, ha sollecitato i componenti del Direttivo della Struttura Aziendale Sindacale della Funzione pubblica CGIL della Biblioteca Centrale della Regione SicilianaContinua a leggere…

La Biblioteca ferita: a rischio macero diverse centinaia di volumi antichi

della Redazione di Pressenza Palermo

A seguito della Bomba d’Acqua “esplosa” su Palermo lo scorso 15 luglio, che – fra gli altri danni alluvionali riguardanti l’intera città – ha inferto  una gravissima ferita alla Biblioteca Centrale della Regione Siciliana, importante e fondamentale istituzione della Cultura di livello non solo siciliano, pubblichiamo la lettera di solidarietà inviata all’indomani dei fatti nefasti a tutto il personale della Biblioteca e al suo Direttore Carlo Pastena, vergata da Carmela Perretta.Continua a leggere…

Condanna politica all’ex soprintendente

di Gian Antonio Stella

Manco le attenuanti generiche, che sono un po’ come l’ultima sigaretta al condannato: non si nega mai. Un giudice monocratico di Catania, ha sentenziato lunedì che l’ex soprintendente di Siracusa Beatrice Basile e lo storico Tomaso Montanari diffamarono nel 2015 con un’intervista e un commento su un giornale (aggravante), l’allora dirigente generale della regione siciliana Salvatore Giglione. Continua a leggere…