La Giunta comunale di Urbino presenterà domani per una prima approvazione il progetto per la copertura con vetro e acciaio (non si per quali fini, presumibilmente commerciali) del grande

cortile interno di Palazzo Albani risalente agli inizi del XVIII secolo, voluto dal papa urbinate Clemente XI Albani. Esso ha ospitato i Padri Scolopi, già presenti in città dalla seconda metà del XVII secolo, che hanno gestito il Collegio fino alla fine del XIX secolo, avendo alunni importanti, fra i quali il più famoso è certamente Giovanni Pascoli. Oggi ospita, fra l’altro, proprio l’aula consiliare del Comune.

Ogni modifica strutturale (e questa la è) del prezioso e conservatissimo centro storico urbinate deve essere impedita dalla Soprintendenza competente e dalla opinione pubblica più avvertita. Tutta la città storica entro le mura è infatti protetta, integralmente, da un vincolo apposto dall’allora soprintendente regionale Francesco Scoppola. Urbino inoltre è uno dei siti Unesco come centro storico. Perché intaccarne l’integrità?

 

per il Comitato per la Bellezza

Desideria Pasolini dall’Onda

Vittorio Emiliani

Luigi Manconi

Vezio De Lucia

Paolo Berdini