Cerca

Emergenza Cultura

Tag

Parco archeologico dell’Appia Antica

La lezione della Regina viarum

di Rita Paris

Venti anni fa, l’estate del 2000 ha segnato l’inizio di una nuova vita per l’Appia, con le aperture del complesso del Mausoleo di Cecilia Metella e il medievale Palazzo Caetani, la Villa dei Quintili, i restauri della strada e di alcuni monumenti funerari che la fiancheggiano, la ricucitura della Via Appia, grazie all’interramento delle corsie del GRA. Continua a leggere “La lezione della Regina viarum”

Rita Paris, Ancora sul Parco Archeologico dell’Appia Antica

Il 2 febbraio ho scritto per Emergenza Cultura un articolo dal titolo “Parco Archeologico dell’Appia Antica: un problema o una risorsa”, per sottolineare l’incoerenza tra la creazione del Parco Archeologico (uno degli istituti dotati di autonomia speciale e guidato da un direttore scelto con una selezione internazionale, a seguito della Riforma Franceschini)  e l’indifferenza che il Ministero continua a mostrare nei confronti delle condizioni in cui versano l’istituto del Parco Archeologico e il suo patrimonio. Continua a leggere “Rita Paris, Ancora sul Parco Archeologico dell’Appia Antica”

L’ampliamento del Parco dell’Appia antica. Il valore del Paesaggio e la sua tutela. Quali progetti?

Venerdì 10 Maggio 2019, ore 18:30    Incontro-dibattito pubblico

Sala Consiliare di Palazzo Colonna del comune di Marino, Largo di Palazzo Colonna 6

Partecipano:

SALVATORE SETTIS, archeologo e storico dell’arte italiano. A lungo direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa

Continua a leggere “L’ampliamento del Parco dell’Appia antica. Il valore del Paesaggio e la sua tutela. Quali progetti?”

Rita Paris, Parco Archeologico dell’Appia Antica: un problema o una risorsa

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica, creato nel 2016 dal Ministero come Istituto dotato di autonomia speciale, stenta ancora, dopo due anni e mezzo di vita, a funzionare. Continua a leggere “Rita Paris, Parco Archeologico dell’Appia Antica: un problema o una risorsa”

Tomaso Montanari, Appia scordata e senza fondi. La Grande Bellezza è perduta

Le meraviglie abbandonate – Per la Regina Viarum si è passati dall’idea (sbagliata) Benetton al totale nulla. Però c’è chi combatte  

“O via Appia, consacrata da Cesare venerato sotto l’effigie di Ercole, tu che superi in celebrità tutte le italiche vie …”: l’invocazione di Marziale risuona oggi come una disperata richiesta di aiuto. Sembra quasi che all’Appia Antica si voglia far pagare il no di quattro anni fa alla Società Autostrade. Pochi oggi lo ricordano, ma nell’estate del 2014 divampò furiosa una battaglia di opinione intorno al tentativo di aggiungere la Regina Viarum al vasto regno dei Benetton. Continua a leggere “Tomaso Montanari, Appia scordata e senza fondi. La Grande Bellezza è perduta”

Manlio Lilli, Povera Appia antica, senza soldi e senza sede

“E’ un museo a cielo aperto, molti siti sono gratuiti. Il nostro sogno sarebbe che lo fossero tutti, perché tra gli obiettivi dell’istituto che dirigo ci sono la tutela e la valorizzazione. E recuperaremonumenti al nostro patrimonio è l’espressione massima della valorizzazione”.

Continua a leggere “Manlio Lilli, Povera Appia antica, senza soldi e senza sede”

Maria Pia Guermandi, Appia Antica, il fragile equilibrio della strada di Cederna

Privilegio. Questa la sensazione che si provava l’altra sera sull’Appia antica. Era una delle serate del Festival che da alcuni anni Rita Paris, direttrice del Parco Archeologico, organizza a luglio: “dal tramonto all’Appia” il titolo che è ormai un appuntamento consolidato nel panorama delle iniziative culturali romane. Letture, danza, proiezioni e concerti di alto livello all’ombra dei pini marittimi e accanto ai monumenti e siti della regina viarum, da Cecilia Metella e San Nicola a Santa Maria Nova e i Quintili, a Capo di Bove.

Piano di assetto dell’Appia Antica: perchè noi siamo contrari

Non siamo contrari al Piano d’Assetto del Parco dell’Appia Antica. Siamo contrari alle modalità  con le quali  è stato condotto il processo della sua approvazione. Senza il necessario adeguamento al Piano Territoriale Paesaggistico Regionale Continua a leggere “Piano di assetto dell’Appia Antica: perchè noi siamo contrari”

Alberto Custodero, Appia Antica: “AAA vendesi sepolcro di Sant’Urbano”. L’offerta dei proprietari allo Stato

Svolta nell’annosa querelle tra i privati e la Soprintendenza. Rita Paris, direttrice Appia Antica: “Dovrà essere acquisito dalla pubblica amministrazione”. L’affare è possibile attraverso la trattativa privata, il valore è dato dal prezzo di acquisto nel 1981 rivalutato. Il monumento fu deturpato da abusi edilizi (un barbecue e una piscina) che nessuno riuscì a fermare

ROMA – “AAA Sepolcro di Sant’Urbano vendesi”, con annesso abuso edilizio: piscina e barbecue per feste e scampagnate. Da 36 anni il monumento sul parco dell’Appia Antica – cuneo di 3500 ettari nella pancia della Capitale che s’allunga fino ai Castelli Romani – in via dei Lugari 3 (secondo per importanza e bellezza solo a quello di Cecilia Metella), è di proprietà di privati. Lo

Continua a leggere “Alberto Custodero, Appia Antica: “AAA vendesi sepolcro di Sant’Urbano”. L’offerta dei proprietari allo Stato”

Blog su WordPress.com.

Su ↑