Cerca

Emergenza Cultura

Tag

biblioteche

Biblioteca della Fondazione Torino Musei e GAM: un legame da non recidere

Studenti di Storia dell’Arte di Torino

Pubblichiamo di seguito una lettera che, una volta di più, evidenzia perché la Biblioteca della Fondazione Torino Musei non solo non debba chiudere, ma non debba nemmeno traslocare. A fondo pagina troverete i nomi di tutti coloro che hanno sottoscritto queste parole dimostrando vicinanza e sensibilità alla causa.
Chiunque fosse interessato a sottoscrivere questa lettera può comunicare il suo nome tramite commento a questo articolo, tramite indirizzo email o tramite messaggio privato alla nostra pagina facebook.

Continua a leggere “Biblioteca della Fondazione Torino Musei e GAM: un legame da non recidere”

La Repubblica degli scontrini – La Biblioteca Nazionale di Roma

http://www.raiplay.it/video/2017/03/Il-dramma-dei-lavoratori-fantasma–09b0b0be-3244-4744-aac2-a5ece596779f.html

Per la Biblioteca Universitaria di Pisa

Mentre il Ministro degli Esteri Angelino Alfano pontifica sull’Italia “potenza mondiale della cultura”  e il Ministro dei BBCC Dario Franceschini annuncia l’imminente  G7 della Cultura a Firenze, le biblioteche (servizi pubblici essenziali?) vanno a ramengo.

Notizie dal fronte cultura, al netto della fuffa.

(di Carlo Alberto Girotto)

Continua a leggere “Per la Biblioteca Universitaria di Pisa”

Studenti UDU, Riaprire la Sala Lettura della Biblioteca Estense!

Modena, 19 gennaio 2017

Unione Universitaria–UDU Modena e Reggio Emilia apprende con grande sconcerto la decisione della Direttrice delle Gallerie Estensi Dott.ssa Martina Bagnoli di chiudere la sala lettura della Biblioteca Estense. L’associazione studentesca manifesta stupore soprattutto in relazione alle recenti dichiarazioni rilasciate dalla Direttrice ai mezzi di informazione, attraverso le quali si sottolineava la necessità di “musei aperti e dinamici”, in grado di accogliere tutta la cittadinanza.

Continua a leggere “Studenti UDU, Riaprire la Sala Lettura della Biblioteca Estense!”

«Io, scontrinista, sfruttata dalla Biblioteca di Roma»

di Antonio Sciotto

Svolgono lavoro di catalogazione, di portineria, perfino di fornitura di materiali agli utenti, come dei veri e propri dipendenti: eppure sono «fantasmi», non riconosciuti degni neanche di una trattativa sindacale. Questa volta non parliamo di un call center in un sottoscala né di un gruppo di braccianti sfruttati, ma di alcuni lavoratori – circa 25 – della Biblioteca nazionale di Roma. Vanno al di là dei voucher, sono addirittura pagati con gli scontrini: loro presentano le ricevute della spesa fatta in un mese, e la biblioteca ricambia con un forfait di circa 400 euro.

La moderna schiavitù del libro è stata denunciata ieri da Federica, catalogatrice «volontaria» della Biblioteca nazionale della Capitale.

Continua a leggere “«Io, scontrinista, sfruttata dalla Biblioteca di Roma»”

Blog su WordPress.com.

Su ↑