di Roberto Ciccarelli

La riapertura dello spettacolo voluta dal governo il 15 giugno scorso è stata una farsa per di più senza un reddito, il ritorno al lavoro, il riconoscimento delle tutele per facchini, tecnici, operai, sarte, attori e registi, cantanti e musicisti. Continua a leggere “«Diritto al reddito e tutele per il lavoro degli intermittenti dello spettacolo»”