Cerca

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

La Regione Marche e la cultura

Con provvedimento dell’aprile scorso il Consiglio regionale delle Marche ha abrogato la legge 43/1990 che tutelava il patrimonio archivistico e librario conservato dalla Fondazione Romolo Murri di Urbino e dal Centro Studi Romolo Murri di Gualdo. Si tratta degli unici enti culturali colpiti, dal momento che nessun intervento è stato compiuto sulle leggi che finanziano tutti gli altri istituti culturali marchigiani.

Vale la pena ricordare che si tratta della preziosa biblioteca di Romolo Murri (1870-1944), sacerdote, giornalista, scrittore, politico marchigiano, dei suoi scritti inediti e della corrispondenza con il mondo intellettuale, religioso e politico europeo fra la fine dell’ottocento e gli anni della seconda guerra mondiale. Una documentazione unica nel suo genere, classificata per questo di alto valore storico dalla Sovrintendenza ai beni archivistici e librari delle Marche e rientrata nel Progetto archivi on-line del Senato della Repubblica.

Continue reading “La Regione Marche e la cultura”

C.F., Spoleto, ennesimo crollo nell’area dell’anfiteatro: cede tetto di San Gregorio Minore

Foto postata sui social mostra il collasso delle coperture nel quartiere abbandonato di proprietà del Demanio

Ennesimo crollo nell’area dell’anfiteatro abbandonato. E’ un cedimento vasto quello che ha interessato il tetto della chiesa di San Gregorio Minore, chiusa da tempo e inserita nel quartiere inagibile e di proprietà del Demanio, che si allarga ai piedi del centro storico.

A mostrare il nuovo e significativo danno è direttamente una foto scattata dall’alto e poi postata sui social da uno spoletino, che ha di fatto dato l’allarme: «Abbiamo appreso stamattina (lunedì, ndr) del crollo del tetto di San Gregorio Minore – dice l’assessore ai lavori pubblici Angelo Loretoni – ora faremo una valutazione coi tecnici, ma le condizioni in cui versano gli edifici rendono complessa qualsiasi ipotesi di messa in sicurezza». Molti volumi presenti nell’area sono totalmente inagibili da anni

Continue reading “C.F., Spoleto, ennesimo crollo nell’area dell’anfiteatro: cede tetto di San Gregorio Minore”

Silvia Mazza, La salute dei Bronzi di Riace e il silenzio del direttore Malacrino

La presenza a fine ottobre nel Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria dei tecnici dell’Iscr al lavoro sulle due statue non è stata accompagnata da nessuna comunicazione ufficiale. E’ la prova che il sistema di monitoraggio interno delle sculture non fosse funzionante, come avevamo denunciato mesi fa

Reggio Calabria. Milano, 7 gennaio 2017, impianto di climatizzazione in tilt alla Pinacoteca di Brera. Il direttore James Bradburne predispone, già dal giorno dopo, misure urgenti per ripristinare subito i valori termoigrometrici ottimali e la velinatura cautelativa dei dipinti a rischio. «Siamo intervenuti immediatamente dopo la segnalazione del guasto. Credo che nessun

Continue reading “Silvia Mazza, La salute dei Bronzi di Riace e il silenzio del direttore Malacrino”

Vittorio Emiliani, Franceschini si autocelebra sui Musei. E tutto il resto? Va male,sempre peggio

Giornali e telegiornali si adeguano. Tutto va ben… 

Le elezioni si avvicinano e Dario Franceschini, Cultura e Turismo, ieri si è incensato ben bene coi superdirettori dei Musei di eccellenza (180mila euro lordi l’anno contro i 30-35.000 di prima). Il turismo va a forte. Primavera-estate assolata e contraccolpi del terrorismo sugli altri: la Francia fatica, la Spagna è da poco nei guai, la Libia è out, in Tunisia va così così, in Egitto di peste e in Turchia pure. Dall’estero si riversano in Italia: + 6-7 % su un ottimo 2016.

Ovvio che anche gli ingressi ai musei crescano. Ma 175 milioni sono un incasso da suonare le trombe? Rappresentano appena un 7-8 % del bilancio della Cultura. Neppure la “riforma” dei

Continue reading “Vittorio Emiliani, Franceschini si autocelebra sui Musei. E tutto il resto? Va male,sempre peggio”

Manlio Lilli, Musei, i numeri distorti di Franceschini

Dario Franceschini è un uomo ambizioso. Ma anche deciso. Non c’è incontro, manifestazione, occasione in Italia oppure all’estero, nella quale non lanci il suo sasso nello stagno. Nella quale non rivendichi il suo grande lavoro. La sua rivoluzione. Altro che patrimonio in abbandono! Altro che luoghi della cultura per pochi intimi! L’Italia dei musei, delle aree archeologiche e dei monumenti regala numeri incredibili. Incassi e ingressi crescono in maniera impressionante.

Continue reading “Manlio Lilli, Musei, i numeri distorti di Franceschini”

La Biblioteca di Archeologia e Storia dell’arte:come si liquida una biblioteca pubblica

Comunicato congiunto CGIL e UIL MiBACT

Una clausola dell’art. 39 del disegno di legge di bilancio (n.2960) in discussione al Senato prevede che Il ministro dei beni culturali è autorizzato a trasformare in apposita fondazione di diritto privato la Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte del Ministero dei beni culturali. La biblioteca ha già dovuto subire una incongrua riforma che l’ha sottratta al sistema delle biblioteche statali dipendenti dall’apposita direzione e l’ha del tutto impropriamente inserita nel Polo Museale del Lazio, quasi fosse una mera biblioteca di servizio interno a un museo e non una storica e prestigiosa biblioteca statale di livello internazionale, la prima in Italia per questo settore disciplinare, avente sede da oltre un secolo nel Palazzo Venezia, cosa che fra l’altro le ha anche sottratto la titolarità delle importanti risorse  di cui fruiva per il suo funzionamento.

La nuova operazione configurata dalla predetta clausola appare del tutto incomprensibile nel contenuto e certamente del tutto controproducente sul piano della politica di fruizione pubblica dei beni culturali. Non si comprende infatti con quali risorse proprie la nuova fondazione

Continue reading “La Biblioteca di Archeologia e Storia dell’arte:come si liquida una biblioteca pubblica”

Fabio A. Grasso, “Contro le mostre”: Tomaso Montanari e Vincenzo Trione, mostre e mostruosità

Lecce, Italia, la soprintendenza impedisce la conclusione di una tesi di laurea in restauro architettonico; ancora Lecce, ancora Italia, la stessa soprintendenza nega a uno studioso l’accesso a un cantiere per completare una ricerca scientifica, si constata poi però che la troupe del programma Voyager ha avuto accesso proprio in quel cantiere e a condizioni ambientali lì immutate (presenza di impalcature). L’ingresso è negato in sostanza a chi vuole condurre uno studio storico rigoroso mentre Voyager, che non ha come finalità prima la ricerca scientifica, vi accede liberamente (http://www.raiplay.it/video/2017/07/Voyager-Ai-confini-della-conoscenza-341f6284-a314-425a-8cc6-1bbc508ba94f.html). Un paradosso non unico purtroppo. Roma, Italia, Galleria Borghese, mostra dedicata a Gian Lorenzo Bernini: viene esposta la statua di Santa Bibiana proveniente dalla chiesa omonima. E’ sufficiente fermarsi qui. L’elenco potrebbe infatti continuare facilmente e poco conta oramai il rapporto fra centro e periferia. Cosa hanno quindi in comune eventi così diversi e luoghi apparentemente così distanti? Non solo.

Cosa hanno in comune Firenze e Sarno, in provincia di Salerno e l’università milanese IULM e la Federico II a Napoli? Apparentemente niente a meno di leggere un libro di recente uscita a

Continue reading “Fabio A. Grasso, “Contro le mostre”: Tomaso Montanari e Vincenzo Trione, mostre e mostruosità”

Assotecnici sottoscrive il comunicato di EC

Andrea Camilli, a nome di Assotecnici, sottoscrive il comunicato di Emergenza Cultura.

COMUNICATO

Dario Franceschini è un ministro che ama molto gli annunci. Anche se la materia prima degli annunci non è molto consistente. Di recente ha convocato una Conferenza sul paesaggio anche se i piani paesaggistici co-pianificati, prima sotto Renzi  e poi sotto Gentiloni, si riducono alla miseria di 3 appena su 20 e la Giunta di centrosinistra della Sardegna sta cercando di smantellare gli eccellenti piani salvacoste della Giunta Soru (pure di centrosinistra) coordinati da Edoardo Salzano nel 2004, attaccando pure frontalmente l’ottimo soprintendente sardo che si oppone a quel disastro. Continue reading “Assotecnici sottoscrive il comunicato di EC”

Alberto Custodero, Appia Antica: “AAA vendesi sepolcro di Sant’Urbano”. L’offerta dei proprietari allo Stato

Svolta nell’annosa querelle tra i privati e la Soprintendenza. Rita Paris, direttrice Appia Antica: “Dovrà essere acquisito dalla pubblica amministrazione”. L’affare è possibile attraverso la trattativa privata, il valore è dato dal prezzo di acquisto nel 1981 rivalutato. Il monumento fu deturpato da abusi edilizi (un barbecue e una piscina) che nessuno riuscì a fermare

ROMA – “AAA Sepolcro di Sant’Urbano vendesi”, con annesso abuso edilizio: piscina e barbecue per feste e scampagnate. Da 36 anni il monumento sul parco dell’Appia Antica – cuneo di 3500 ettari nella pancia della Capitale che s’allunga fino ai Castelli Romani – in via dei Lugari 3 (secondo per importanza e bellezza solo a quello di Cecilia Metella), è di proprietà di privati. Lo

Continue reading “Alberto Custodero, Appia Antica: “AAA vendesi sepolcro di Sant’Urbano”. L’offerta dei proprietari allo Stato”

Blog su WordPress.com.

Su ↑