Cerca

Emergenza Cultura

Categoria

Documenti di e per Emergenza Cultura

Biennale con virus

di Paola Somma

L’apertura della XVII Biennale di Architettura di Venezia, che avrebbe dovuto aver luogo il prossimo 23 maggio, è stata posticipata al 29 agosto.

Un breve nota, diffusa il 4 marzo, specifica che la decisione è stata assunta in conseguenza delle recenti ”misure precauzionali in materia di mobilità, prese dai governi di un numero crescente di paesi del mondo, che avranno effetti a catena sul movimento delle persone e delle opere nelle prossime settimane”. Continua a leggere “Biennale con virus”

La valutazione della ricerca al tempo dell’emergenza

di Paolo Liverani

Un tema apparentemente di nicchia, ma molto sentito dalla comunità accademica, è quello della Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR). Molto sentito perché da questa valutazione dipende il futuro di interi dipartimenti e atenei, se cioè come risultato di questo processo vedranno un ulteriore declino di risorse e personale o invece arriveranno a una stabilizzazione (recupero e crescita quasi mai…). Continua a leggere “La valutazione della ricerca al tempo dell’emergenza”

Servitori dello Stato, servi della gleba

di Carmelina Ariosto

In queste terribili settimane di incertezza, dolore e paura per la strage silenziosa da COVID-19 il polveroso apparato burocratico sta dando prova di insospettabile efficientismo formale. Perfino il Mibact. Continua a leggere “Servitori dello Stato, servi della gleba”

L’impunità di gregge

di Paola Somma

Il 28 marzo 2020, in una intervista al quotidiano La Repubblica, il senatore Luigi Zanda, partendo dalla considerazione che serviranno “idee nuove, molto coraggio e tanti tanti soldi, poiché occorrerà aiutare la ripresa sia del piccolo commercio sia della grande industria e nessun prestito ci verrà dato senza garanzie”, ha dichiarato: “se la UE non ci aiuta, siamo pronti a dare in pegno immobili pubblici.” Continua a leggere “L’impunità di gregge”

A chi andranno le spoglie di Venezia?

di Paola Somma

Seguendo il suggerimento di Tomaso Montanari di cogliere la possibilità che ci lasciano i decreti del governo di attraversare, da soli, le nostre piazze storiche, mi sono spinta fino a piazza san Marco, dove due vigili mi hanno invitato ad andare via, perché è vietato allontanarsi “a piedi”, oltre 200 metri dalla propria abitazione, senza un valido motivo. Forse non è il momento di fare facili battute su quali altri mezzi di locomozione avrei dovuto usare, ma è sicuramente il momento di riflettere sul fatto che dietro le immagini delle piazze vuote, che in questi giorni i mezzi di comunicazione ci propinano, ci sono realtà diverse. Continua a leggere “A chi andranno le spoglie di Venezia?”

Archeologi nei cantieri aperti anche al tempo del Coronavirus: necessità e rischio per una professione invisibile

di Rita Paris

La vigilanza archeologica su tutti i lavori che comportano scavi è una prestazione specialistica resa da professionisti, esterni al Ministero, che operano sotto la supervisione delle Soprintendenze.

Di recente ne è stata finalmente e formalmente riconosciuta dal Mibact la loro professionalità; quali tecnici e studiosi esperti con anni di formazione alle spalle, un passo importante ma non sufficiente a garantire la condizione di lavoro professionale.

Continua a leggere “Archeologi nei cantieri aperti anche al tempo del Coronavirus: necessità e rischio per una professione invisibile”

La ricetta di Venezia: Club Mediterranée al posto dell’ospedale

di Paola Somma

Nei giorni scorsi, il quotidiano La Repubblica ha iniziato una rubrica, intitolata “nel frattempo”, nella quale compaiono notizie che non riguardano l’epidemia in corso, ma non per questo sono poco importanti per la vita di noi tutti; dai morti sul lavoro allo sterminio dei migranti. Continua a leggere “La ricetta di Venezia: Club Mediterranée al posto dell’ospedale”

Vittorio Emiliani, Il caso Capalbio. Come si “salta” il Piano paesaggistico agevolando l’edilizia e punendo l’agricoltura

La Regione Toscana è stata la seconda a darsi, sia pure fra furibonde polemiche di cavatori, costruttori di porti turistici, speculatori vari, un Piano paesaggistico efficace e, con l’assessore Continua a leggere “Vittorio Emiliani, Il caso Capalbio. Come si “salta” il Piano paesaggistico agevolando l’edilizia e punendo l’agricoltura”

Sandro Roggio, Sardegna: la resa all’edilizia senza regole 

Nonostante le ricorrenti dichiarazioni d’amore per la terra sarda, il governo regionale sardista-leghista deborda nel programma di scialo urbanistico. A supporto la tesi di Confindustria sarda: Continua a leggere “Sandro Roggio, Sardegna: la resa all’edilizia senza regole “

Blog su WordPress.com.

Su ↑