Cerca

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Categoria

Articoli per E.C.

Franceschini puntella il PD, ma non le chiese

(di Fabio Marcelli)

 Negli ultimi giorni chi abita vicino al santuario di Santa Maria in via a Camerino ha sentito rumuri minacciosi provenire dalla chiesa. Lo schianto del tetto, puntualmente, è arrivato  giovedì 9 febbraio.

Continua a leggere “Franceschini puntella il PD, ma non le chiese”

La crisi dei beni culturali in Italia: incertezze e contraddizioni

(di Debora Tosato)

L’Italia è un paese buffo, celebrato per le sue eccellenze scientifiche, artistiche, culinarie, ma sempre più distante dalle necessità quotidiane dei propri cittadini, spesso costretti a vivere in solitudine le conseguenze di perversi e odiosi meccanismi di malfunzionamento strutturale e istituzionale.

Continua a leggere “La crisi dei beni culturali in Italia: incertezze e contraddizioni”

Per la Biblioteca Universitaria di Pisa

Mentre il Ministro degli Esteri Angelino Alfano pontifica sull’Italia “potenza mondiale della cultura”  e il Ministro dei BBCC Dario Franceschini annuncia l’imminente  G7 della Cultura a Firenze, le biblioteche (servizi pubblici essenziali?) vanno a ramengo.

Notizie dal fronte cultura, al netto della fuffa.

(di Carlo Alberto Girotto)

Continua a leggere “Per la Biblioteca Universitaria di Pisa”

Al Bar Librò

(di Claudio Meloni)

Dopo una lunga gestazione e un parto travagliato, il project financing del direttore della BNC di Roma, Andrea De Pasquale, il primo febbraio ha dato alla luce – oltre alla privatizzazione dei servizi didattici, delle sale per conferenze, degli spazi espositivi, dell’atrio e della cavea (Coop Culture) e l’affido del servizio di riproduzioni a un’altra società (STELF) – “Librò: bistrot letterario, il rinnovato bar-tavola calda della Biblioteca. Si potrebbe pensare che il bistrot sia letterario in quanto allocato negli spazi della più grande biblioteca d’Italia, ed è certamente anche per questo motivo ma, soprattutto,  perché al suo interno possiamo osservare un

Continua a leggere “Al Bar Librò”

Emergenza Cultura Dossier Sardegna #2

La chimera della semplificazione

E la semplificazione amministrativa che doveva derivare dall’unificazione delle competenze? Ha partorito soprattutto complicazioni.

Continua a leggere “Emergenza Cultura Dossier Sardegna #2”

Emergenza Cultura: i Dossier

Emergenza Cultura ha inaugurato il 27 gennaio- con la prima parte del Dossier Sardegna – una sezione dedicata ad una sorta di Libro Bianco su Beni e Mali Culturali. Sono Dossier regionali sul caos e sulla paralisi in atto nella tutela. Un autentico disastro nazionale.

Continua a leggere “Emergenza Cultura: i Dossier”

Contro il Parco archeologico del Colosseo

Ormai lo sappiamo da settimane, se ne è parlato anche nel convegno del 31 gennaio con cui si celebravano i 25 anni dell’Associazione Bianchi Bandinelli, ma non riusciamo ad abituarci alla notizia: nasce il Parco archeologico del Colosseo, che comprende anche Fori, Palatino, Domus Aurea; si nominerà “con regolare concorso”  un direttore con ampi poteri manageriali. Continua a leggere “Contro il Parco archeologico del Colosseo”

Il Codice di Comportamento antisindacale del MiBACT

(di Claudio Meloni*) La sentenza del Giudice del lavoro di Cuneo (Trib. Cuneo, sez. Lav., 27.01.2017), che condanna il MIBACT per comportamento antisindacale riporta al centro dell’attenzione il tema del Codice di Comportamento del dipendente pubblico e del suo rapporto con uno dei due punti più controversi, ovvero l’esercizio delle libertà sindacali e le eventuali incompatibilità da questo derivanti rispetto alle attività di gestione del personale. Continua a leggere “Il Codice di Comportamento antisindacale del MiBACT”

I DOSSIER DI EMERGENZA CULTURA -Sardegna 1/ La riforma Franceschini, caos e paralisi

Ferito a morte il “museo all’aperto” dell’isola

La riforma Franceschini in Sardegna si è trovata ad insistere su un tessuto connettivo già piuttosto affaticato e smagliato in più punti, con il risultato di fare deflagrare una condizione peculiare di patrimonio culturale disperso – da museo a cielo aperto – che contrasta per sua stessa definizione con l’animus della Riforma, pensata intorno ai Grandi Musei e Grandi attrattori. Infatti, la vastità del territorio sardo, la bassa densità di popolazione, la viabilità primitiva e l’assenza di grandi città con patrimoni culturali di tradizione dinastica (Musei nazionali di tradizione dinastica) caratterizzano il paesaggio del patrimonio culturale isolano, che per sua naturale evidenza intreccia in agro una ricchezza paesaggistica sorprendente

Continua a leggere “I DOSSIER DI EMERGENZA CULTURA -Sardegna 1/ La riforma Franceschini, caos e paralisi”

Blog su WordPress.com.

Su ↑