Il Parco di Villa Borghese, il più centrale, il più frequentato e quindi il
più stressato fra quelli romani, sarà invaso dal 20 al 22 settembre da una
mostra, ovviamente “epocale”, di oltre 80 Ferrari vintage che all’interno


della Villa potranno essere ammirate sabato dalle 18 e domenica dalle 18
alle 20,30′. Intanto, come mostra la foto, sono parcheggiate
davanti alla zona dei Risciò e dei giochi per bambini, nei pressi della Casa
del Cinema, quindi nel cuore della Villa medesima. Le Associazioni che
denunciano questo incredibile uso di una Villa storica –  chiaramente in
contrasto con la Carta internazionale dei Parchi di Firenze la quale riserva
i parchi pubblici alla “serenità dei cittadini” – chiedono di conoscere chi
abbia autorizzato una simile invasione motorizzata. Ovviamente noi non
giudichiamo assolutamente la bellezza estetica delle Ferrari d’epoca.
Contestiamo l’utilizzo di Villa Borghese qualche parcheggio ed esposizione
di lusso. La scenografia modernista dell’Eur o dello stesso Foro Italiano si
prestavano certamente di più e meglio ad una simile parata motoristica che
stride invece col verde antico della Villa già ampiamente offeso dal fatto
di essere, nella parte verso il Flaminio, un parcheggio permanente e
inquinante di pullman. Chi ha concesso il permesso? Per ora non si sa e,
dopo tante polemiche, vorremmo proprio saperlo. Come vorremmo sapere se
questa è l’idea che si ha del verde antico e prezioso delle Ville e
dell’intera città storica.

Amici di Villa Borghese,  Alix Von Buren e Martina Battistich
Comitato per la Bellezza, Vittorio Emiliani e Paolo Berdini
Roma Nuovo Secolo Alberto, Benzoni e Carlo Troilo