Vandali in azione contro il monumento dedicato al conte Nicola Demidoff, in Lungarno Serristori. Questa mattina, la testa del bambino – tenuto in braccio da

una delle figure che rappresentano le virtù del nobile russo – ai piedi del monumento è stata trovata decapitata. Sul posto è intervenuta la polizia municipale, che ha subito recuperato la testa della statua in vista delle operazioni di restauro. Già sentiti alcuni testimoni, si procede per danneggiamento aggravato. L’opera è stata realizzata da Lorenzo Bartolini tra il 1830 ed il 1849, su commissione dei figli di Demidoff. E poi è stata completata dal suo allievo, Pasquale Romanelli, nel 1871. Accertamenti sono ora in corso per rintracciare il vandalo (ma non si esclude l’azione di più persone). Secondo le prime informazioni, il raid sarebbe avvenuto tra le 4 e le 7 del mattino, in un punto scoperto dalle telecamere di sicurezza.  I vandali hanno scavalcato la recinzione e si sono arrampicati sulla statua e poi, forse inciampando, sono caduti distruggendo la testa del putto e strappando anche l’impianto elettrostatico di allontanamento dei piccioni. Nessuno ha visto la scena. Secondo una prima stima, i danni ammonterebbero a circa 20 mila euro. Sul posto, oltre ai vigili urbani, il servizio Belle Arti del Comune e la sovrintendenza. (A cura di Luca Serranò)

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2018/06/01/foto/statua_piazza_demidoff_firenze-197896185/1/#1