COMUNICATO STAMPA

ITALIA NOSTRA-ROMA

Una assemblea pubblica affollatissima e furiosa contro le demolizioni in atto a Roma organizzata da Italia Nostra ha concordato una mozione finale, approvata all’unanimità, rivolta alle istituzioni.

MOZIONE FINALE APPROVATA ALL’ UNANIMITA’ DALL’ ASSEMBLEA PUBBLICA ORGANIZZATA
DA ITALIA NOSTRA ROMA   IL 7 FEBBRAIO 2018

L’ Assemblea Pubblica organizzata il 7 Febbraio 2018 da Italia Nostra Roma intende fermare la demolizione e la ricostruzione dell’edilizia storica di Roma, attualmente in atto nelle more del “Piano Casa” e successive normative, che producono gli stessi effetti nella nuova legge di “Rigenerazione Urbana”.

  1. Attivare con estrema urgenza tutti gli strumenti previsti dalle normative di tutela dei beni architettonici e paesaggistici: tutele ex Titoli I e II dlgs 42/04 con particolare riferimento all’art.136;
    Art. 10 comma 4 lettera G per i prospetti vincolati ope legis degli spazi pubblici aperti fino ad eventuale verifica negativa, per impedire la demolizione di singoli edifici e l’alterazione dei loro contesti storici nella città consolidata. Strumenti che devono essere efficaci ad intervenire su quanto già in atto e determinato.
  2. Ampliare le zone da tutelare nel Comune di Roma ed introdurre in esse le normative della Zona A Centro Storico al fine di impedire le demolizioni e successive ricostruzioni con aumento di cubatura giustificate solo dalla consistente rendita immobiliare.
    Nelle more di quanto sopra, l’Assemblea chiede che il Comune di Roma e la Regione sospendano tutti i procedimenti in corso e che si renda immediatamente noto alla cittadinanza l’elenco dei «permessi a costruire» già concessi nonché di quelli in itinere.

Roma 7 febbraio 2018

Italia Nostra Roma ribadisce, con forza, che la devastazione del tessuto storico di Roma e dei suoi quartieri più preziosi deve essere fermata immediatamente.

Italia Nostra Roma chiede il coinvolgimento di istituzioni internazionali quali l’ICOMOS che è “Organismo A” dell’UNESCO.

Il Comune di Roma, Assessore all’Urbanistica Luca Montuori, la Regione Lazio, Assessore all’Urbanistica Michele Civita, ed il Presidente Zingaretti e la sua Giunta, il Ministero dei Beni Culturali, Soprintendente Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio Francesco Prosperetti,

hanno già tutti gli strumenti per fermare le demolizioni nelle zone più pregiate di Roma.

Italia Nostra Roma, Associazioni, Comitati e singoli cittadini vogliono dalle Istituzioni atti concreti e non parole dette a mezza bocca alimentando, così, il balletto dello scaricabarile.