Dura la reazione delle associazioni sull’iniziativa del secondo municipio. Ma il consigliere di centro destra ribatte: “Soluzione a favore dei cittadini”

cittadini ed associazioni di volontariato da sempre impegnate sul territorio.
“Nel Municipio II di Roma, in via Giovanni Da Procida, si festeggia il Natale con delle ‘fantastiche’ panchine antibivacco, succede nel Municipio dell’accoglienza governato dal Pd – scrive su Facebook la consigliera di Sinistra per Roma, Giovanna Maria Seddaiu -.Provo solo una profonda tristezza e spero non sia una decisione dell’amministrazione municipale, al rientro dalle vacanze chiederò spiegazioni alla presidente Francesca Del Bello e all’assessora alle Politiche Sociali Cecilia D’Elia Riviello chiedendo che vengano immediatamente rimosse”.

Di parere opposto il consigliere municipale di centrodestra Holljwer Paolo, vicepresidente della commissione Politiche sociali e Sicurezza Municipio II. “Le panchine antibivacco sono un’ottima soluzione per garantire decoro e sicurezza. A quanto pare, dopo le numerose denunce del centrodestra, il Pd mette da parte il finto buonismo e decide di assecondare le richieste dei cittadini. Ho accolto molto favorevolmente l’installazione delle panchine in piazza del Carroccio da parte di un comitato di residenti, autorizzato dagli uffici e naturalmente dalla presidente del municipio, Del Bello, e dall’assessore municipale Fabiano. Non si comprendono, invece, le polemiche di esponenti di Liberi e Uguali del II Municipio contro un provvedimento che va nella direzione chiesta dai cittadini”.

“Spero che non sia solo uno spot e che la Giunta non faccia marcia indietro cedendo alle pressioni della sinistra, a discapito dei cittadini promotori dell’iniziativa, ai quali va il mio plauso e la mia vicinanza istituzionale. Su questi temi siamo pronti a dialogare con la maggioranza, come già accaduto per lo sgombero di via Cupa che ha visto

il Pd condividere le richieste dell’opposizione di centrodestra. Oltre alle panchine antibivacco – conclude Paolo –  mi auguro ci si possa confrontare anche su altri interventi, a partire dallo spostamento della distribuzione dei pasti in una zona diversa dalla stazione Tiburtina. Magari l’anno nuovo porterà ai cittadini del II Municipio le risposte ai bisogni di decoro e sicurezza da troppo tempo inevase da parte del Partito Democratico”.