Tomaso Montanari sferra un attacco frontale al “Modello Briatore” e alla tendenza tutta italiana a fare dei beni culturali il luogo della rappresentazione della disuguaglianza piuttosto che di un’inclusione democratica.

Montanari: la morte della bellezza