Due notizie di servizio che dovrebbero interessare i sindacati dei Beni Culturali (e non solo): avevo già lamentato in un articolo la “visibilità” praticamente nulla dei tecnici del MiBACT operanti nella zona del recente terremoto Lazio-Marche sottolineando che – a partire dal ministro “competente” Dario Franceschini,

forse per sue ruggini politiche con Matteo Renzi – soprintendenti, direttori generali e altri tecnici non erano mai comparsi nelle cronache del sisma. A differenza di quanto era sempre accaduto in passato. Mi si è risposto che però gli stessi erano ben attivi ad Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto, ecc. Attivi e però “invisibili”. Probabilmente per non irritare il premier che ha scritto di detestare più di ogni altra burocrazia le Soprintendenze.
Ieri pomeriggio, al Tg3 delle ore 14,15’, è andato in onda un servizio specifico sulle opere d’arte recuperate ad Amatrice. E’ stato intervistato un tecnico non ministeriale, ma nessun soprintendente, nessun ispettore. Come se fossero fantasmi.
La sera prima un cronista televisivo aveva chiesto d’improvviso ad signore colpito dal terremoto: “Come giudica l’operato della Soprintendenza”. E lui aveva risposto seccamente: “Latitante”.
Qualcosa però si muove: al Senato verrà presentata lunedì 26 una pesante, polemica interrogazione di 31 senatori di diversa estrazione (M5s, Pd, Fi, Sel, ecc.) promossa dal senatore Gianni Girotto del Movimento 5 Stelle, sulla definitiva cancellazione dai palinsesti Rai3-Tgr della bella trasmissione su ambiente e paesaggio (in onda dal settembre 1991) “Ambiente Italia”, con la dispersione di una redazione altamente specializzata e un gravissimo danno per la cultura e per l’educazione ambientalista. Cancellazione che segue a ruota quella di “Scalamercalli” condotta dal bravo meteorologo Luca Mercalli, sempre su Rai 3. “Bellitalia” invece rimane ma come liofilizzata il sabato mattina, una foglia di fico. Un autentico sfascio rispetto alla programmazione Rai di anni fa e con la totale elusione del contratto di servizio 2012 fra Stato e Rai, che prevedeva un incremento di questo tipo di trasmissioni di pubblico servizio. Parallelamente ha presentato una analoga, dura interrogazione il senatore Walter Tocci (Pd).
Comitato per la Bellezza
PS

anche a “Geo&Geo”, trasmissione ambientale e naturalistica che abbiamo sovente lodato, giorni fa è stato purtroppo intervistato a lungo il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori. Al quale sono state porte dall’intervistatrice domande destinate ad esaltare il suo operato, com’è noto oggetto invece di critiche e anche di rilievi fortemente ironici (la Pellegrini invitata ad esibirsi nella vasca della Reggia e altro). Al punto tale che Felicori medesimo ha dovuto ridimensionare quanto gli veniva attribuito in sede di domanda e chiarire, ad esempio, che certi restauri erano già stati fatti prima del suo magico arrivo e così via.

25 settembre 2016