Basta col mostrificio che fa girare capolavori “inamovibili”

Il Comitato per la Bellezza si unisce alle denunce di quanti giustamente protestano contro la continua migrazione di opere, anzi di capolavori, dai musei italiani, in patria e all’estero, senza che vi siano più freni né regole di sorta.

L’ultimo caso è il nuovo viaggio dell’unico Raffaello importante presente a Urbino, sua città natale, la Muta, che andrà a Mosca per due mesi, per una mostra dal vago titolo “Raffaello e la poesia del ritratto”. Negli anni scorsi i visitatori del Palazzo Ducale non hanno potuto vedere, per mesi, la Madonna di Senigallia di Piero della Francesca o la Città Ideale attribuita volta a volta a grandi artisti del ‘400 perché “in trasferta”.
Il Comitato per la Bellezza ritiene che sia quanto mai necessario e urgente riprendere le linee restrittive sui prestiti stilate dalla commissione creata anni fa dall’allora ministro Rutelli limitando al massimo i trasferimento di tele e tavole da museo a museo, anche da città a città, come avvenne a Bologna tre anni fa spogliando per molti mesi la bella Pinacoteca Nazionale di varie opere fondamentali a favore di una mostra-centone da Cimabue a Morandi. Il “mostrificio” non può continuare.
A Forlì, per esempio, la notevole Pinacoteca Civica di San Domenico non può venire completata veramente perché le quattro grandi pale – due di Guercino e altre due di Cagnacci, nientemeno – non possono venire ivi trasportate perché quegli spazi sono occupati da mostre (la prossima sull’Art Nouveau) che con la cultura romagnola o regionale nulla hanno a che fare. Mentre il materiale dell’interessantissimo Museo Archeologico (Forlì, sulla Via Emilia, fu punto di incontro di culture etrusche, celtiche e romane) giace da anni in cantina. Come si può continuare così a livello civico?
Il ministro Franceschini vuol “valorizzare” i musei? Lo faccia dando a tutti risorse decorose e impedendo questo “turismo dei capolavori” che può soltanto nuocere al loro stato di conservazione. Faccia valere subito le regole stabilite dalla commissione insediata a suo tempo da Francesco Rutelli.

Il Comitato per la Bellezza
Vittorio Emiliani
Desideria Pasolini dall’Onda
Vezio De Lucia

10 settembre 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.